Il Bitume Health Symposium di Roma

Symposium di Roma

Congressi medici in Italia

Calendario dei congressi medici organzzati in Italia, informazioni su convegni, meeting, workshop e seminari. Informazioni generali sull’aeroporto Il venditore di medicine.

Il Bitume Health Symposium ovvero il simposio sul bitume e la salute, è un convegno tenutosi a Roma, organizzato dalle grandi aziende produttrici di bitume nel novembre del 2009. Questo incontro è stato proclamato, soprattutto per informare i responsabili ed i lavoratori addetti al controllo ed alla lavorazione del bitume dei risultati e dei dati ai quali è arrivata la medicina negli ultimi 15 anni circa.

Fortunatamente, al contrario di come si pensava in precedenza, i dati non sono così allarmanti, questo pensiero si è sviluppato sulla base dei prodotti che, una volta, venivano utilizzati per la produzione di asfalti e prodotti affini. Spesso questi prodotti erano a base di carbone, dunque potevano essere direttamente correlati alle patologie polmonari, tra cui i tumori.

Durante questo simposio, sono emersi alcuni punti salienti:

  • Assorbimento dermico
  • Assorbimento per inalazione
  • Confounders

L’assorbimento dermico è sempre stato un po’ un argomento scottante, dal momento che chiunque lavori con materiali bituminosi sarà sicuramente venuto a contatto direttamente con i fumi prodotti da essi, se non con il materiale stesso. Da questo punto di vista ci si può tranquillizzare, sono stati fatti 2 anni di esperimenti in materia, paragonando le esposizioni della pelle (più approfonditamente quella delle mani dal momento che è la più interessata) ai fumi prodotti da un motore diesel ed a quelli del bitume.

I risultati sono tranquillizzanti, dato che i fumi del bitume sembrano venire molto meno assorbiti di quelli del gasolio, in ogni caso non sono state trovate dirette correlazioni della formazione di masse cancerose con l’esposizione ai vapori del bitume. Bisogna comunque però prestare attenzione, perché se da una parte si è sfatato il mito dei tumori dovuti ai vapori, si è confermato quello dei tumori dovuti al contatto, infatti se si viene in contatto con il bitume e si irrita una porzione di pelle, essa è più probabile che sia affetta da tumori.

Per quanto riguarda l’assorbimento per inalazione, tenendo come campione di riferimento sempre i fumi di un motore diesel, l’impatto sul corpo è minimo. Anche se è stato dimostrato che le semplici mascherine offrono poca o nessuna protezione da questi vapori, è comunque bene indossarle per precauzione.

Un argomento più strettamente legato al bitume sono i confounders. I confounders sono particolari sostanze che nel corpo causano disturbi, ma soprattutto impediscono e alterano anche pesantemente la rilevazione del bitume nel corpo, rendendo impossibile una stima realistica di eventuali danni. Un elenco di questi materiali è facilmente reperibile in rete, tra i più comunemente usati vi sono: fumo di tabacco, alcool e catrame.

Le conclusioni del simposio sono state tutto sommato tranquillizzanti, di fatto è stato provato che non vi sono significativi peggioramenti nella salute dei lavoratori che hanno direttamente o indirettamente a che fare con il bitume, tra i rischi sfatati troviamo la mortalità e il rischio di tumori. In ogni caso per i lavoratori è tutto a norma, dal momento che vengono rispettati i valori limite di presenza delle sostanze nocive. È comunque bene prestare attenzione, dato che è solo grazie alla prevenzione che il numero di incidenti e di contatti con sostanze pericolose è stato diminuito negli ultimi anni.